You are currently browsing the tag archive for the ‘healey’ tag.

Norman Jeffrey Healey nacque a Toronto (Ontario, Canada) il 25 marzo 1966 ed è morto il 2 marzo 2008, poco prima di compiere 42 anni.

E’  stato un chitarrista di talento, esprimendosi con grande dimestichezza sia nella musica blues, come nel rock’n’roll, nel pop, ed anche nel jazz tradizionale.

Cieco fin dall’infanzia a causa di una rara forma di tumore all’occhio, si è interessato alla musica fin da bambino, cominciando a suanare la chitarra all’età di tre anni. Jeff si abituò a suonare la chitarra tenendola orizzantalmente in grembo e sviluppando uno stile unico curvando le corde e martellando.

Jeff healey

Jeff aveva 17 anni quando formò “Blues Direction“, la sua prima Band, un quartetto che suonava quasi esclusivamente cover. Due anni dopo formò la “Jeff Healey Band” con il bassista Joe Rockman ed il batterista Tom Stephen.

Nel 1988, dopo aver stipulato un importante contratto con la Arista, grazie al grande successo del singolo “Angel eyes” classificatosi al 5° posto della Billboard Hot 100, l’album “See the light” vendette oltre un milione di copie in America e più di due milioni in tutto il mondo, consacrando Jeff Healey come un nuovo giovane talento del rock-blues.

Durante la registrazione dell’album di debutto, la “Jeff Healey Band” apparve nel film “Road House” interpretato dal compianto Patrick Swayze, e contribuendo notevolmente al successo della colonna sonora.

Il cancro che aveva dato la caccia a Jeff per tutta la vita, si riprensentò nel 2007, costringendolo ad un delicato e difficile intervento chirurgico ai polmoni. Ma prima della sua morte Jeff era riuscito a finire “Mess of Blues”, il suo primo album blues dopo otto anni, ed uscito postumo.

Mess of Blues“, splendido lavoro, ebbe un enorme successo. Dalla “Blues Foundation” ricevette l’onore di essere il “Rock Blues Album of the Year” e facendo man bassa di premi al “Maple Blues Awards“.  La canzone “From the road” è stata pubblica nel settembre 2009.

Jeff ha dovuto lottare fin da piccolissimo contro una della più devastanti malattie che conosciamo, ma è riuscito ad imparare a suonare la chitarra ed a creare quel suo particolare stile che la ha contraddistinto. Era veramente bravo, apprezzato da molti. Ha suonato con B. B. King, Stevie Ray Vaughn, Eric Clapton, Steve Lukater, Buddy Guy e registrato con George Harrison, Mark Knopfler e con la leggenda del Blues Jimmy Rogers, così come con decine di altri grandi musicisti. Negli ultimi anni, stanco degli estenuanti tour effettuati quando aveva 20-30 anni, decise di non muoversi da casa e vivere la famiglia, con la moglie e i due figli. Appassionato del Blues in ogni sua forma espressiva, ho sempre apprezzato la sua musica.

Discografia essenziale:

See the ligth (Arista Records, 1988)
Hell to pay (Arista Records, 1990)
Feel this (Arista Records, 1992)
Cover to cover (Arista Record, 1995)
Get me some (Forte Records, 1000)
Among friends (Stony Plain, 2002)
Adventures in Jazzland (Stony Plain, 2004)
Live at Montreux 1999 (Eagle Rock, 2005)
It’s tight like that (Stony Plain, 2006)
Mess of Blues (Ruf Records, 2008)
Songs of the Road (Ruf Records, 2009)

Visitate: Jeff Healey Website

Annunci

Il mio tributo ai grandi della musica

Questo è un tributo ai molti musicisti che sono morti, sia per cause naturali, sia per incidenti, sia per abuso di alcool o droghe, sia per suicidio.

Anche se non sono più con noi, la loro musica vivrà per sempre nelle nostre menti e nei nostri cuori.

Il vostro contributo è ben accetto. Se vorrete scrivere una storia, o migliorare il contenuto degli articoli, si prega di lasciare un commento per comunicarmelo. Ringrazio fin d'ora per ogni aiuto o consiglio.

The only One

John Winston Lennon

Gli anni tragici

Archivio articoli

Blog Stats

  • 11.349 hits

Il sondaggio

Votaci su Net-Parade.it
BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
Programmi TV Oggi

Segui assieme ad 1 altro follower

Annunci